Prospettiva Funeraria S.r.l.


Sede legale:

Via Alessandro Torlonia 4/b - 00161 Roma

Sede operativa:

Via Illiria 2/A - 00183 Roma

C.S.I.V. € 20.000,00

P.I. / C.F. 10928471001

T. +39 06.70.614.124

www.funus.it

info@funus.it

Come è morto? - Pagina 17

Pagina 17 di 17

Dan Wheldon

Dan Wheldon

Morto a Las Vegas il 16 Ottobre 2011

Il 16 ottobre 2011 Dan rimane coinvolto, insieme ad altri quindici piloti, in un incidente. La vettura numero 77 del britannico si impennò andando a sbattere violentemente contro le barriere. Wheldon venne trasportato in elicottero in condizioni disperate all'University Medical Centre di Las Vegas. Circa due ore
dopo venne comunicato il decesso del pilota, avvenuto a causa delle gravi
lesioni riportate.

Barry White

Barry White

Morto a Los Angeles il 4 Luglio 2003

Barry White, cronicamente iperteso per diverso tempo, anche a causa della sua notevole mole subisce un blocco renale nell'autunno del 2002 ed un infarto nel 2003 che lo costringe a ritirarsi dalle scene. Muore all'età di 58 anni per un altro blocco renale presso il Cedars-Sinai Medical Center di West Hollywood.

Oscar Wilde

Oscar Wilde

Morto a Parigi - 30 settembre 1900

Oscar Wilde tornò a Parigi, in ristrettezze economiche, aiutato da pochi amici, viveva in un albergo, passava il tempo nei caffè a bere con la salute definitivamente compromessa. Ricoverato in ospedale e sottoposto ad un'operazione morì di meningite dopo essersi fatto battezzare.

Amy Winehouse

Amy Winehouse

Morto a Londra il 23 Luglio 2011

La cantante è stata trovata morta nel letto della sua casa al numero 30 di
Camden Square da una sua guardia del corpo. Il personale medico delle due ambulanze accorse immediatamente sul posto ne ha solamente constatato il decesso, affermando che "era al di là di ogni possibile aiuto". Amy Winehouse aveva 27 anni ed è dunque andata ad aggiungersi a quella cerchia di artisti
colpiti dalla cosiddetta maledizione del 27 in quanto morti proprio a quell'età.

Karol (Papa Giovanni Paolo II) Wojtyla

Karol (Papa Giovanni Paolo II) Wojtyla

Morto a Città del Vaticano il 2 Aprile 2005

Giovanni Paolo II subì un attentato quasi mortale da parte di un killer professionista turco, che gli sparò due colpi di pistola in piazza San Pietro, pochi minuti dopo che egli era entrato nella piazza per un'udienza generale, colpendolo all'addome. Wojtyła fu presto soccorso e sopravvisse. Un altro tentativo di assassinio di Giovanni Paolo II avvenne il 12 maggio 1982 a Fatima: un uomo tentò di colpire il papa con una baionetta, ma fu fermato dalla sicurezza. Dopo oltre venticinque anni sul seggio papale, un attentato ed un gran numero di traumi fisici, la sua salute cominciò a declinare. Fu vittima di un tumore al colon che gli venne rimosso, si slogò una spalla, si ruppe il femore e subì l'appendicectomia. Nel 2001 venne stabilito nel corso di una visita ortopedica che Giovanni Paolo II soffriva del morbo di Parkinson. Oltre all'evidente tremore alla mano, cominciò a pronunciare con difficoltà più frasi di seguito,
e vennero notati anche alcuni problemi uditivi. Soffriva anche di un'artrosi acuta al ginocchio destro, che aveva sviluppato in seguito all'applicazione di una protesi all'anca. Nonostante questi disagi, continuò a girare il mondo. Il 1º febbraio 2005 fu ricoverato all'Ospedale Gemelli di Roma fino al 10 febbraio successivamente fu costretto a saltare gran parte degli impegni
previsti per l'aggravarsi delle sue condizioni di salute. Morì il 2 aprile 2005 alle ore 21:37 dopo due giorni dal peggioramento
del suo stato di salute a causa di un'infezione dell'apparato urinario.

Mao Zedong

Mao Zedong

Morto a Pechino il 9 Settembre 1976

Mao Zedong muore affetto dal morbo di Parkinson. Il suo corpo riposa nel mausoleo che si trova al centro di piazza Tiananmen. Il corpo di Mao si trova
nella seconda sala, poggiato su una lastra di granito nero. La salma giace
avvolta in una bandiera cinese. Mao voleva essere cremato ma i dirigenti del Partito Comunista violarono le sue ultime volontà per motivi essenzialmente propagandistici, ordinando che la salma fosse imbalsamata con iniezioni di formaldeide.